Fondazione Prada

Culture and Consciousness 9 – 13 Nov 2020

Idan Segev

Idan Segev è David & Inez Myers Professor in Neuroscienze Computazionali e membro dell’Edmond and Lily Safra Centre for Brain Sciences (ELSC) alla Hebrew University di Gerusalemme. Ha pubblicato oltre 100 articoli scientifici sulle riviste più autorevoli tra cui “Science”, “Nature”, “Neuron” e “PNAS” e ha supervisionato oltre 50 dottorandi. Il suo team di ricerca utilizza metodologie computazionali e teoriche per studiare: (1) che tipo di dispositivo computazionale sono i neuroni umani (su tessuti ricavati da interventi chirurgici al cervello); (2) la struttura e le dinamiche della rete, parte del Blue Brain Project dell’École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), che prevede la simulazione in dettaglio di un’intera sezione di corteccia di mammiferi al computer; (3) Brain and Art, per il particolare interesse di Segev alla connessione tra arte e cervello. Ha co-curato un libro d’artista che raccoglie incisioni originali di dieci artisti israeliani ispirate al cervello ed è fra i curatori del progetto di ricerca “Arte e cervello”, divulgato in open access tramite le riviste “Frontiers”. Segev è direttore editoriale della rivista scientifica “Frontiers in Neuroscience”, da cui ha ideato “Frontiers for Young Minds” (FYMs), una rivista scientifica free press per ragazzi di 10–15 anni in cui autorevoli scienziati, tra cui premi Nobel, presentano i loro studi all’avanguardia, che i ragazzi recensiscono. FYMs ha oltre 6 milioni di visualizzazioni e a settembre 2019 è stata inaugurata l’edizione israeliana, che ha visto la partecipazione di oltre 1000 persone tra i ragazzi e le loro famiglie e conferenze di illustri scienziati. La nuova edizione vanta già 150.000 visualizzazioni.

 

GIOVEDÌ, 12 NOVEMBRE 2020, 19 – 21 (CET)
DISCUSSIONE 4 | EVOLUZIONE DELLA CULTURA: FINO A DOVE CI SPINGEREMO? (DALL’ANTROPOLOGIA ALLA TECNOLOGIA)

Progettare un cervello creativo

Sebbene il cervello di ogni specie sia unico, il cervello umano presenta una caratteristica eccezionale che lo distingue da tutte le altre specie. È straordinariamente creativo, genera incessantemente nuove idee, nuova scienza, nuova arte e tecnologie innovative. Ma che cosa rende il nostro cervello così creativo? Quali sono gli aspetti fondamentali e i principi progettuali del cervello alla base della nostra poderosa capacità di creare? Questo è forse l’enigma più complicato, ma anche più affascinante, nello studio del cervello umano. Verranno considerate cinque delle teorie di stampo biologico sull’origine cerebrale della creatività umana, incluso il ruolo dell’enorme numero di neuroni, la densissima connettività intra- e inter-regionale, e l’importanza dello sviluppo lento del cervello. Insieme a questo aspetto verranno mostrare la bellezza (e l’arte) delle immagini del cervello ottenute con le nuove tecnologie (come la connettomica e la simulazione al computer utilizzata per il Blue Brain Project). Queste tecnologie ci aiutano a comprendere ciò che ci rende così creativi.